La Gioco in pillole
Guarda i nostri VIDEO
Guarda i nostri VIDEO
“Rimettiamoci in Gioco”
“Rimettiamoci in Gioco”
Calendario
agosto 2017
Lun Mar Mer Giov Ven Sab Dom
31 1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30 31 1 2 3
MondoPiccoloMarathon HB
MondoPiccoloMarathon HB
Un po’ di noi…
Le nostre collaborazioni
Le nostre collaborazioni
Dettaglio visite al sito
  • 55502Totale visitatori:
  • 2Oggi:
  • 0Utenti attualmente in linea:
  • marzo 11, 2014Il contatore parte dal:
I Siti “Amici”
I Siti “Amici”
I Link “Amici”
I Link “Amici”
“Speciali”…che video!!!
“Speciali”…che video!!!
“Vecchi” ricordi…
“Vecchi” ricordi…

Archivi per la categoria ‘Varie’

P1030629 P1010839 P1010835

Un padre, un educatore, per tanti ragazzi passati nei Centri don Gnocchi di Milano (anni ’60) e di Parma (anni ’70), molti dei quali hanno poi militato nella Polisportiva

un amico, per chi l’ha conosciuto e ha continuato a dialogare con lui

una mente, un professore (è stato mio insegnante di matematica e scienze nell’anno scolastico 1955-56 e lo ricordo brillante e moderno)

un innovatore nei metodi educativi: ha diretto con saggezza e lungimiranza il Centro don Gnocchi di Parma, avviando i ragazzi all’autonomia responsabile (i FOYERS) e al lavoro (Cooperativa IL TORCHIO PARMENSE) con l’aiuto di validi collaboratori (Beppe Dello Russo in primis)  

un religioso convinto, illuminato, incarnato nel sociale: ha diretto l’Istituto Gonzaga di Milano, ha governato la Provincia Religiosa del Nord dei Fratelli delle Scuole Cristiane  

una guida sicura per chi chiedeva consiglio, un punto di riferimento per Parma nei burrascosi anni ’70 (Mario Tommasini lo considerava il suo “direttore spirituale”, il Comitato di Quartiere lo teneva in alta considerazione)

È troppo poco per una persona come fratel Felice, ma queste poche righe mi sono uscite di getto appena ricevuta la notizia che si è spento, venerdì 14 luglio. Restate in contatto con Beppe Dello Russo per eventuale partecipazione ai funerali a Torino. (Le foto sono del 2008-2009) 

 (Antonio F.)

2017 luglio n 4

image1 IMG_6880

Riceviamo da Ramona Broglia e pubblichiamo.

Mercoledì 28 giugno sono andata con Silvana Erasmi all’asilo AcchiappaSogni di Sorbolo a presentare ai bambini la bellezza della canoa senza barriere. Ho portato la mia canoa EXO offerta dalla ditta per il progetto disabili, la pagaia e il mio immancabile tutore che mi permette di pagaiare. Abbiamo avuto un bellissimo scambio di esperienze, I bambini ci hanno tenuto a raccontarmi delle loro sensazioni durante prove di sport come disabili, tipo corsa bendati, nuoto con gambe e braccia legate, pallavolo da seduti ecc… e sono stati molto attenti e curiosi nel mio racconto di atleta canoista disabile. A conclusione della giornata hanno chiesto se potevano venire con me in canoa. Nella foto tutta la classe sulla canoa; io, atleta della Gioco, vestivo i panni del gruppo canoe Viadana. Insieme a me e Silvana c’era anche Sandra Boriani, vicesindaco di Sorbolo.

La quindicenne in carrozzina dalla nascita l’ha capito da subito. Lei è “una persona”, e noi della Polisportiva Gioco siamo con lei, da sempre, specialmente quando andiamo nelle scuole sulle nostre carrozzine o sulle nostre gambe. Ma quelle tre o quattro ragazzine di cui scrive la Gazzetta di oggi, quando capiranno di essere “persone”? Ha ragione il padre che afferma: “È necessario che quelle ragazze siano recuperate, rese consapevoli dell’accaduto. Vanno aiutate ad aiutarsi, a trasformare il loro disagio, la loro “disabilità” in un’opportunità di crescita, attraverso un percorso, certamente articolato e complesso, che richiede ascolto da parte delle Istituzioni. Non è un caso personale, è un caso sociale.” Noi della Gioco lavoriamo nelle scuole sulla prevenzione, perché tutti siamo prima di tutto PERSONE.

DSC01005

La sera del 27 giugno c’eravamo anche noi della Gioco al Parco Nevicati, ma non ci sentivamo smarriti tra le 400 persone presenti, anzi, è stata l’occasione per constatare quanto grande sia la passione, la voglia di condivisione, la gioia, la civile normalità di essere VOLONTARI, come tanti altri. L’articolo della Gazzetta che riportiamo in questa pagina racconta i dettagli della serata. Ci limitiamo ad alcune sottolineature. Paolo Andrei, presidente di Fondazione Cariparma, ringrazia e ricorda l’importanza di iniziative che mettono al centro le persone e la loro dignità. Elena Saccenti, direttore generale di Ausl Parma, evidenzia l’importanza del prendersi cura dell’altro e di come farlo sia dono per sé e per chi lo riceve. Il vescovo Enrico Solmi parla dei bisogni di ascolto delle persone che si sentono sole e invisibili perché gli manca un piatto caldo o un posto dove dormire. Poi la cena multietnica, preparata e servita da volontari, ci ha fatto gustare cibi del Kurdistan, dell’Afghanistan, della Tunisia, del Perù, oltre agli immancabili tortelli di erbetta con Malvasia e Lambrusco. Ci siamo poi spostati con cautela tra i conigli in libertà per sederci e vedere il documentario curato da Forum Solidarietà: bellissimo, da applausi, perché immagini e voci sono espressioni di grande cuore. SI-AMO-VOLONTARIATO. Sotto il cielo clemente le note del gruppo musicale Bermuda Acoustic Trio sono state la colonna sonora dei saluti. (Laura Lentini)

IMG_033

invito

La “Giornata di S. Giovanni per il Volontariato” si propone quale momento di connessione tra Fondazione Cariparma e il Volontariato parmense: un’occasione di ascolto e di scambio per affrontare le urgenze sociali più avvertite. Grazie all’iniziativa “Si-amo Volontariato”, realizzata in collaborazione con Forum Solidarietà, obiettivo del 2017 è stato quello di coinvolgere sempre più le varie espressioni della Comunità parmense al prezioso mondo dell’associazionismo: per questo rappresentative figure istituzionali, imprenditoriali e dell’informazione sono state chiamate a condividere l’attività quotidiana di altrettante realtà associative, diventando, anche se per un solo giorno, Volontari.

DSC00890 DSC00889 DSC00888 DSC00887 DSC00885

Nel pomeriggio del 13 giugno sono stati con noi il dott. Andrea Belli (Barilla – Comunicazione) e la dott.ssa Francesca Magri (Fondazione Cariparma – Attività Culturali) per un’esperienza di volontariato organizzata da Forum Solidarietà. Li abbiamo accolti condividendo il percorso delle carrozzine elettriche e manuali, dal parcheggio agli uffici; l’operatore di Forum ha ripreso alcuni momenti dell’itinerario e dei lavori che sono seguiti. Infatti, i due ospiti volontari hanno allestito la mostra di disegni e scritti degli alunni delle elementari, eseguiti per il progetto “Giò torna a scuola”; si sono quindi fermati con noi per un dialogo informativo sulla nostra Associazione. L’esperienza si concluderà con la cena al Parco Nevicati di Collecchio la sera del 27 giugno, quando verrà proiettato il video-documentario delle 22 associazioni. Ringraziamo gli illustri ospiti per aver scelto la Polisportiva Gioco.

Giovanissimi, pieni di vita, pronti a cimentarsi in nuovi giochi: erano i quattordici bambini del GREST diretto da Carolina Ferrari, coadiuvata dalle brave studentesse del programma scuola-lavoro. Per una mattina (mercoledì 14 giugno) hanno lasciato la palestra di arrampicata e hanno vivacizzato l’interno del Palasport, in questo periodo occupato dai tecnici che mettono a dimora le porte taglia-fuoco (come sono belle: ispirano sicurezza, basta che non diventino taglia-fuori per qualche persona in carrozzina!) C’era Anna, l’inossidabile giocatrice e allenatrice di basket, che ha occupato per un paio d’ore gli aspiranti campioni che non volevano più scendere dalle carrozzine. C’era Antonio, che ha organizzato infiniti giri sull’handbike e ha fatto diventare fotografi due ragazzini che hanno documentato i giochi. Poi tutti a visitare la mostra di disegni e scritti dei bambini delle scuole che avevano conosciuto Laura & Company nel progetto “Giò torna a scuola”. E per concludere: tutti sui pulmini con Bruno e Antonio per tornare alla base, dove li aspettava il pasto ristoratore. Pubblichiamo le foto migliori di basket scattate dai bambini e quelle di handbike.

DSC00911 DSC00909 rit DSC00905 DSC00895 DSC00893 rit

Un aiuto col 5 x mille
Un aiuto col 5 x mille
Grazie di cuore

Fai la tua parte... aiutaci con una donazione libera

Seguici su:
Seguici su:
I nostri sostenitori
I nostri sostenitori
I sostenitori dei progetti
I sostenitori dei progetti
Non perderti i …
Non perderti i …