2001

All’inizio dell’anno l’organico è immutato. La segreteria è gestita da Silvia Burani.

Il basket è fermo: l’iscrizione al campionato di serie B fatta in settembre viene disdetta il 15 ottobre.
Tuttavia qualcosa si muove. Pare si voglia ricominciare. Si programmano due allenamenti settimanali.

Si muove anche il calcetto: due allenamenti settimanali.

Il settore atletica funziona, grazie alla disponibilità degl’impianti del CUS e grazie soprattutto a Roberta Zerbini e Silvia Burani che curano gli allenamenti ogni mercoledì e venerdì.
“Scopo del nostro lavoro – scrive Massimiliano Coperchini sul notiziario di marzo – non è soltanto arrivare a gareggiare (certo, la competizione è importante), quanto piuttosto ritrovarsi nel nome dello sport sano, capace di mettere in evidenza e valorizzare le qualità di ogni singolo atleta e di insegnare a questi la disciplina e il rispetto per gli altri: in questo senso si può parlare di educazione sportiva”.

28-29 aprile, XVI trofeo “Città di Parma”. Non abbiamo le classifiche. Ci dobbiamo limitare a scrivere i nomi dei concorrenti nell’ordine delle batterie in cui hanno gareggiato. Rita Mazzoni, Matteo Baroni, Filippo Magnani, Natascia Brozzi, Matilde Gazzi (argento nei 50 stile libero master 2° livello), Luca Valente, Francesca Andreotti, Stefania Corradi (oro nei 25 stile libero senior 1° livello), Valerio Bovino e Davide Mora (fuori gara, ma con il 2° e 4° miglior tempo nei 25 dorso), Mattia Giacopinelli (oro nei 50 stile libero e bronzo nei 25 rana master 2° livello).
Nella seconda giornata hanno gareggiato anche atleti di categorie diverse; Lara Civa (non vedenti) ha fatto i 50 dorso e 50 stile libero.
Si sono inoltre cimentati atleti fuori gara (settore acquaticità): Federica Mora, Chiara Reviati, Andrea Tesauri, Elena Varoli, Carolina Mazza, Raffaele Lazzaro, Matteo Ferrari, Tomas Russo, Mariano Scauri, Matteo Zaccarelli. Tutti bravissimi.

Esperienza indimenticabile della settimana a Fiuggi (1-8 luglio) per i campionati nazionali SOI di tutte le specialità estive. Felici “i magnifici sette” della Gioco per le medaglie guadagnate e soprattutto per l’occasione d’incontro sul piano umano e agonistico.
Rita Mazzoni: oro 400 m, argento 100 m; Gianmarco Follini: argento peso; nelle gare di nuoto Natascia Brozzi: oro 50 rana e argento 50 stile libero; Filippo Magnani: oro 50 dorso e bronzo 50 stile libero; Matteo Baroni: argento 100 stile libero; Matilde Gazzi: bronzo 50 stile libero; Stefania Corradi: oro 25 stile libero.

Il 21 novembre parte una richiesta al Comune di Parma di locali atti ad ospitare sede di società per disabili. Aria di sfratto da Via Barilla?

Il 1° marzo è inoltrata richiesta all’assessore alla Sanità e Servizi Sociali per avere imbarcazioni idonee al trasporto disabili. Spiegazioni?
Sappiamo di attività di canottaggio, senza poter meglio precisare.

E’ fatta richiesta di apertura e conferma di un Centro addestramento allo sport al Coni e agli Assessori comunali al Bilancio (Carletto Nesti), all’Agenzia Disabili (Anna Podestà) e al Sindaco Elvio Ubaldi.

Resta il nuoto l’attività prevalente e documentata.
XIV meeting “Città di Parma”, campionati regionali, 28-29 aprile. Ottima organizzazione. A dare lustro sono presenti grandi testimoni: Rosolino, Boggiato, Rummolo. La Gioco si piazza terza nella classifica delle 12 società presenti.
Nelle categorie SOI e acquaticità fanno le loro belle esibizioni nei diversi stili: Mariano Scauri, Raffaele Lazzaro, Davide Mora, Valerio Bovino, Andrea Tesauri, Tomas Russo, Elena Varoli, Chiara Reviati, Federica Mora, Carolina Mazza.
Negli Assoluti, Stefania Corradi (argento 25 stile libero e dorso senior 1° livello), Francesca Andreotti (argento 25 stile libero e dorso senior master 1° liv.), Luca Valente (oro 25 stile libero e dorso senior 1° liv.), Natascia Brozzi (oro 25 rana e argento 50 stile libero senior 2° liv.), Matilde Gazzi (oro 50 stile libero e 25 rana master 2° liv.), Rita Mazzoni (oro 50 stile libero e dorso senior master 2° liv.), Filippo Magnani (oro 50 dorso e argento 50 stile libero senior 2° liv.), Mattia Giacopinelli (oro 50 stile libero e 25 rana senior master 2° liv.), Matteo Baroni (oro 50 dorso e argento 100 stile libero master 2° liv.), Lara Civa (oro 50 dorso e bronzo 50 stile libero non vedenti S11).

Faenza, 1° memorial “E. De Giovanni”, marzo. Partecipano: Stefania Corradi, Francesca Andreotti, Luca Valente, Nicolò Pasini, Lara Civa, Filippo Magnani, Matteo Baroni, Rita Mazzoni, Matilde Gazzi, Natascia Brozzi, Mattia Giacopinelli.

Nel notiziario di ottobre compare la parola Grazie sopra questo titolo: L’uomo “Giuliano Giacopinelli”. Riportiamo il testo.
“E’ cresciuto con la Gioco contribuendo alla crescita della stessa. Sarebbe impensabile parlare della Polisportiva senza fare il suo nome. Istruttore di lunga data, consigliere, direttore sportivo, animatore dentro e fuori dall’acqua. Giuliano, non potendo per motivi di tempo dare il suo totale apporto alle attività societarie, lascia la Gioco passando ad altri il suo pesante testimone. Una scelta difficile, pensata negli interessi delle persone con le quali collaborava e per le quali lavorava. A lui il nostro saluto e il nostro grazie”.

Il notiziario di ottobre riporta il nuovo organico.
Davide Romano (presidente), Massimo Coperchini (vice e responsabile relazioni esterne), Claudia Mazzoni Delsante (tesoriere), Cristian Bianchi (coordinatore nuoto e responsabile acquaticità, coadiuvato da uno stormo di 15 persone: Gabriele Alfieri, Sara Barozzi, Giovanni Campari, Sonia Daffadà, Lorenzo Ferrari, Mariateresa Frontera, Fausta Lamanna, Gerlando Lo Presti, Massimo Menozzi, Mirco Panizzi, Chiara Piancastelli, Fabrizio Picone, Cristian Salsi, Mariateresa Sarcanne, Francesca Zonca), Margherita Villa (responsabile nuoto agonistico, coadiuvata da Giulia Carini e Matteo Bottioni), Deborah Ranalli (responsabile acquagym e nuoto agonistico), Roberta Zerbini (responsabile atletica, coadiuvata da Silvia Burani), Davide Romano (responsabile basket), Massimiliano Coperchini (responsabile calcetto e acquaticità).

Questo elenco testimonia una grande voglia di rinnovamento e la ricerca costante delle motivazioni profonde che sorreggono la Polisportiva fin dalle origini. Non c’è solo una proposta di nuove attività o il compiacimento di risultati appariscenti. La Gioco è come un albero. A volte chi ci lavora si lascia incantare dai rami lussureggianti ed è indotto a raccogliere frutti, magari dimenticando il ritmo delle stagioni. Ma ecco un momento di riflessione: i dirigenti cercano le proprie radici, ne prendono coscienza, per rivitalizzare l’albero, perché dia i suoi frutti nella giusta stagione. All’interno del numero di ottobre del “notiziario” un “Editoriale” indirizzato alle famiglie titola: “Crescita, formazione e autonomia”.


2002

Mentre la Parma cestistica si mette in luce con la Meverin, dopo 2 anni di sosta, alla fine dell’anno riparte il basket della Gioco, umilmente, nel “girone rosso” della serie B a 7 squadre: Parma, Reggio, Varese, Piacenza, Trento, Foligno, Genova.
Contemporaneamente gioca il 1° campionato regionale Fisd a 4 squadre. Con Parma giocano Imola, Reggio Emilia, Piacenza.
La ripresa è faticosa, si gioca con impegno ma le vittorie nel girone rosso non arrivano.
Questi gli 11 della Gioco: Bassi, Belli, Bottazzi, Franchina, Gurrado, Mori, Piccione, Restuccia, Sfragano, Sillani.
L’allenatore è Romano e il suo aiuto è Francesco Lo Presti. Panizzi è il massaggiatore e Meli il medico.
De Nora è passato al Villanova, da dove invece tornano Bottazzi e Sillani.

In settembre vengono acquistate 5 carrozzine nuove da basket.
Lasciamo che gli atleti giochino e si allenino. I risultati arriveranno.
Denso invece il calendario del nuoto, anche se possiamo documentare solamente luoghi e date delle gare a cui i nostri hanno partecipato.

Gennaio
17 Montebelluna;

Febbraio
23 La Spezia, categorie DIR;

Aprile
20 II trofeo Città di Legnano, Castoro sport, dove si mettono in luce Brozzi, Corradi, Barani, Mazzoni, Giacopinelli, Gazzi;
20-21 Cesenatico, Anffas;

Maggio
XIII Meeting interregionale di nuoto “Città di Parma”: la manifestazione è annunciata ma non documentata;
Cuneo, I Trofeo Amico Sport, Meeting interregionale SOI;
Rosignano, Meeting SOI;
12 Verona, gli stessi di Legnano con Belli;
19 Faenza, Meeting Memorial E. De Giovanni
25-26 Mestre

Atletica. I nostri partecipano al 5° meeting “senza barriere” di Forlì, Libertas.

L’attività subacquea è documentata solo dalla concessione degli spazi acqua, datata 18 aprile.

Due gli appuntamenti del tiro a segno: Forlì (30 aprile – 1° maggio) e Padova (giugno).

Novità: programma di “borsa lavoro”. L’argomento è trattato più avanti tra gli eventi.


2003

E’ firmato dal presidente Davide Romano il progetto dal titolo “Una migliore qualità della vita”, presentato all’Organismo di Coordinamento per l’anno Europeo delle persone con disabilità 2003, presso il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, al fine di ottenere il contributo di 100 mila Euro.
E’ ancora firmato da Romano il progetto presentato al Comune di Parma, che ricalca il precedente e aggiunge un preventivo di spesa basato sul bilancio della stagione 2002-03.
La richiesta di finanziamento è di euro 139.520.
La tabella che riportiamo è indicativa della mole di attività svolta dalla Gioco e della ricerca di integrazione tra disabili e non.

In dettaglio elenchiamo il numero dei soci che nell’anno 2002/03 hanno fatto attività sportiva:

Nuoto adulti e ragazzi e ragazze 91 disabili;
Nuoto scuola Albertelli 65 di cui 4 disabili;
Nuoto scuola Corazza 6 disabili;
Basket adulti ragazzi e ragazze 19 disabili;
Atletica adulti ragazzi e ragazze 3 disabili;
Tiro a segno 1 disabile;
Hand-Bike adulti e ragazzi 8 disabili;
Nuoto bambini dai 4/12 anni 74 non disabili;
Nuoto Acquagym adulte donne 39 non disabili;
Nuoto adulti 20 non disabili.

Basket. La squadra conclude il campionato di serie B, girone rosso, in ultima posizione, dopo le infruttuose trasferte di Trento, Foligno, Varese e Genova.
Termina meglio il 1° campionato regionale, terzo posto su quattro squadre.
Il 18 maggio si giocano a Parma le finali. Combattono per il primo e secondo posto Reggio e Piacenza, per il terzo e quarto Parma e Imola.
Alla fine di settembre la squadra partecipa al “VII trofeo del riso” a Isola della Scala (VR), quadrangolare con Trento, Reggi Emilia, Verona e Parma.
L’11 ottobre partecipa al quadrangolare di Luzzara, stesse squadre con Imola al posto di Verona.
Il 9 novembre la Gioco organizza a Parma un incontro amichevole contro la squadra di Villanova (PC), in occasione dell’anno europeo del disabile.
A fine anno riprende il XXVII campionato di serie B, girone rosso.
Allenatore Nicolini, dirigente Medioli, aiuto allenatore Francesco Lo Presti.
Giocatori: Bottazzi, Cecilia Faroldi, Franchina, Gurrado, Marini, Nicolini, Restuccia, Sillani, Anna Piccione, Mambriani (dal 13-1-04), Masiello (da Genova il 17-4-04). Inoltre dal 5-6-04: Giulio Ducoli, Valerio Sacchetti, Andrea Racanelli.Le prime partite sono contro Reggio Emilia, Imola e Roma.

Atletica. Fino a maggio allena Silvia Burani. A settembre la sostituiscono Barbara Ugolotti e Mirco Panizzi. Tre sono le trasferte segnalate: Padova il 7 febbraio, Faenza il 30 aprile e a Forlì il 5 settembre.

Tiro a segno. Dopo le finali dell’11 giugno è segnalata la trasferta di Forlì del 27 settembre.
Nuoto. Continua ad essere l’attività prevalente.
In gennaio si contano 18 istruttori di nuoto, retribuiti in base alle ore effettive di attività, disponibili per interventi gratuiti in occasione di gare e manifestazioni. In dicembre un piccolo avvicendamento porta a 20 il numero degli istruttori.
Notevole l’accuratezza del loro lavoro con i ragazzi disabili, specialmente relazionali. Scrivono su una scheda di idrochinesiterapia le osservazioni relative a una decina di voci: ingresso in vasca, ambientamento, atteggiamento verso il terapista, capacità di galleggiamento, stazione eretta – deambulazione, rilassamento, respirazione, immersione, capacità natatoria, proposte terapeutiche.
Le schede vengono aggiornate periodicamente, sono il documento dei progressi, piccoli e grandi, dei ragazzi e testimoniano la serietà del lavoro.

Trasferte: a Monza e Faenza nel mese di marzo; a Bergamo in giugno per le finali; a Cesena alla fine di novembre.
La manifestazione di Parma del 8-6-03 viene sospesa a causa di scarsa partecipazione delle società.

Viene acquistato un pulmino Ford Transit Combi e si provvede alle modifiche per l’utilizzo anche da parte di disabili.

L’evento forse più importante dell’anno è il trasloco dalla sede da Via Barilla al Palazzetto dello Sport. La Gioco reagisce allo sfratto esecutivo del Comune con un gazebo in piazza Garibaldi mentre si esibisce l’autobus dell’anno europeo del disabile. Il Comune assegna la nuova sede “provvisoria” nel Palazzetto dello Sport di Via Silvio Pellico.

La Gioco aderisce a un progetto della Coop Consumatori Nordest in collaborazione con Forum Solidarietà. Il titolo è “Dammi un cinque”.

La FISD (Federazione Italiana Sport Disabili)cambia nome e diventa CIP (Comitato Italiano Paralimpico).


2004

Si lavora nella sede del palazzetto dello sport, in via Silvio Pellico. Una sede adatta esclusivamente alla gestione amministrativa e alle pratiche di segreteria.
Davide Romano cessa dall’incarico di presidente e di allenatore alla fine del campionato di basket.
Le nuove elezioni di aprile vedono candidati: Bianchi Cristian, Cavalli Stefano, Del Sante Claudia, Ferrari Lorenzo, Lo Presti Gaetano, Nicolini Marco, Panizzi Andrea, Spaggiari Flavio. Dal 3 aprile il nuovo presidente è Stefano Cavalli.
Durante la breve presidenza di Cavalli, la Gioco viene commissariata. Il Comitato dei Saggi è formato da: Cavalli presidente, Panizzi Andrea, Medioli Tonino, Lo Presti Gaetano, Nicolini Marco, Ranalli Debora.

E’ un anno difficile e anche la documentazione scarseggia.

Basket. Una lettera della Gioco del giorno 11 di aprile indirizzata al “Basket Parma” ci riapre improvvisamente il sipario di una scena storica vissuta da tutto il mondo. La riportiamo.

Come da accordi presi telefonicamente vi chiediamo la disponibilità del campo di gioco per il giorno 30-04-2005 dalle ore 14.00 alle ore 17.00.
Vi facciamo notare che trattasi di recupero della partita di campionato, che doveva svolgersi il giorno 3 aprile 2005, rinviata per la morte del Santo Papa.

Gaetano Lo Presti

Intanto la squadra di basket comincia il campionato di serie B, per la stagione 2004-05. Giocherà contro le squadre di Reggio Emilia, Milano, Brescia, Bergamo, Treviso, Torino e Fiorenzuola.
I giocatori sono: Bottazzi, De Nora, Faroldi, Gurrado, Franchina, Ilardo, Mambriani, Marini, Nicolini, Quaglino, Restuccia, Sillani. Tre giocatori migrano a Reggio: Fagioli, Malangone, Nodello.

Nuoto. Proseguono le attività in piscina, grazie al bel gruppo di istruttori.
Non si hanno notizie del XIV meeting “Città di Parma”.

E’ del 2004 il contratto tra il Comune di Parma e la Gioco per l’utilizzo temporaneo della sede di via S. Pellico.

Nell’estate del 2003 la Coop Consumatori Nordest, in collaborazione con Forum Solidarietà, vuole realizzare dei progetti utili alle comunità locali che si caratterizzano per attività di promozione ed educazione attraverso lo sport.
“Dammi un cinque! Progetti di educazione, attraverso lo sport, al fare gruppo, alla solidarietà, alla tolleranza ed al fairplay”: con questo programma la Coop invita le associazioni a farsi avanti entro il 4 ottobre. Nella settimana seguente valuta i progetti pervenuti e sceglie quelli da sostenere con i punti regalati dai consumatori nei mesi di novembre, dicembre, gennaio. 500 punti danno 15 euro.
Ogni consumatore può scegliere direttamente il progetto da finanziare.
Il 15 ottobre viene comunicato l’elenco dei concorrenti, che comprende 8 associazioni, (ADAS “R. Schiaffino”, ANFFAS, Vagamonde, coop. sociale Eidè, Va’ Pensiero, Gioco, UISP, Ego Center), 6 scuole elementari (Albertelli, Bottego, Micheli, Rodari, S. Leonardo, S. Prospero), 1 scuola media (Newton), 1 scuola superiore (Giordani).
La società Va’ Pensiero, insieme con la Gioco, è la più attiva nel formulare il progetto e nel seguirlo fino in fondo. Nel 2004 tutto si conclude: circa 15 mila euro è la somma destinata dalla Coop alle società premiate, che decidono l’assegnazione alla Va’ Pensiero, su suggerimento del presidente della Gioco Cavalli.


2005

Al termine della gestione commissariata, a seguito di assemblea dei soci e di votazione, comincia in febbraio la presidenza di Marco Nicolini, che durerà ininterrotta e sarà rinnovata nel marzo del 2008. Consiglieri: Andrea Panizzi, Tonino Medioli, Mauro Zanardi, Massimo Sillani, presto sostituito da Vittorio Croce. Segretario e amministratore è Gaetano Lo Presti.

Nuoto. 20 marzo, XV meeting interregionale di nuoto “Città di Parma”.
La locandina recita: “diversamente abili di ogni età si metteranno in gioco per dimostrare le loro capacità natatorie. Siete tutti invitati a partecipare con la vostra presenza sugli spalti dalle 9.00 alle 13.00 presso la piscina comunale di Parma di via Moletolo”.
La documentazione conservata, con le schede individuali comprendenti i tempi d’arrivo, ma priva di prospetti riepilogativi con le classifiche, consente di osservare un’attenta e precisa organizzazione in tutti gl’impegni di preparazione.
Spicca il patrocinio del Comune di Parma e nella locandina si ringraziano gli sponsors: Anmic Parma, Acciai Vender spa, Assoitalia Assicurazioni, Cooperativa La Giovane, Greci Spa Industria Alimentare, Net. Car Spa, Best Copy Service Stampa Digitale.
Società presenti, oltre alla Gioco: Acquarello (PC), A.S. Tricolore (RE), A.S. Uninuoto, Correggio (RE), A.S.H.A.M. (MO), U.S.H.A.C., Carpi (MO), P.A.T. Atletico Torball (BO), Balanzone Suim Tim (BO), Ass. It. Nuoto Agonistico Rari Nantes (FE), A.S.D. Faenza (RA), Canoa Club (FE), Salvamento Nuoto (RN).
Ben preparato il gruppo della Gioco:
Cat. junior 2: Davide Mora e Olmo Zanardi.
Cat. senior 2: Stefania Corradi, Natascia Brozzi, Mariano Scauri, Mattia Giacopinelli, Luca Valente, Filippo Magnani.
Cat. master 1: Matilde Gazzi.
Cat. master 2: Francesca Mazzoni.
Cat. S8: Emanuella Vurchio.
Cat. S11: Lara Civa.
Non è nostro compito ricavare le classifiche e attribuire le medaglie. Siamo certi che quella giornata è stata vissuta con intensa partecipazione e gioia, come sempre. Un appuntamento annuale che rinnova la soddisfazione di tutti, atleti, genitori, dirigenti, tecnici, istruttori, pagando ampiamente gli sforzi espressi nei mesi di preparazione. La gioia dei ragazzi è per la Gioco come il sorriso del bimbo che fa felice la mamma, facendole scordare le notti insonni, le tribolazioni e le spese.
Vela. Viene inoltrata domanda di contributo alla Regione per il progetto “Vela a 360° – un progetto oltre le diversità”, facendo riferimento alla Legge Regionale 25/02/00, n. 13 – art. 2, lett. a, comma 4 e alla deliberazione di Giunta n. 434 del 16/02/05.
Il progetto è ben dettagliato e prevede una spesa di circa 55 mila euro.
E’ finalizzato all’attività velistica per soggetti disabili nella regione Emilia Romagna.
Alla Gioco spetta il compito di coinvolgere le associazioni CIP.
Uno degli obiettivi è quello di costruire una barca accessibile a tutti i disabili. Il finanziamento è sostenuto dall’Agenzia Disabili del Comune di Parma e dalla Fondazione Cariparma e verrà rinnovato nel 2008 con i fondi della Comunità Europea.
Nel 2005 si tengono due corsi: uno con la Gioco per disabili fisici, l’altro con l’associazione Va’ Pensiero per disabili relazionali.
Per la Gioco partecipano Sandro Meli, Gaetano Lo Presti, Marco Nicolini, Massimo Sillani, Claudio Marini e Tonino Medioli, che concludono il corso con una regata di circa 80 barche con equipaggi normodotati, piazzandosi tra le prime. Il dott. Meli supera anche l’esame e ottiene il patentino per la navigazione oltre 12 miglia dalla costa.

Basket. La squadra gioca il campionato di serie B, 2005-06, girone Centro, e si allena nel Palaciti di via Toscana. I giocatori sono: Domenico Restuccia, Sebastiano Franchina, Vincenzo Gurrado, Antonio De Nora, Cecilia Faroldi, Francesco Ilardo, Michele Mambriani, Claudio Marini, Marco Nicolini, Stefano Quagliano. Allenatore: Tonino Medioli.
Elenco delle squadre, oltre alla Gioco Polisportiva Parma:
Basket Disabili Foligno, Regia Basket Pol. Verdi, Elecom Sport Roma, Atletica Imola Sacmi Avis, P.H. Zena Genova, Kappa di Pelle Reggio Emilia.
7 giornate di andata e altrettante di ritorno, dal 19 novembre al 2 aprile.

La Gioco partecipa attivamente al programma “Sportscuolainsieme 2005”, occupandosi del settore nuoto. L’argomento è trattato più avanti tra gli “eventi”.

Nasce la squadra de Wheelchairhockey. Cominciano gli allenamenti.
Nel primo anno ci si dedica a imparare le tecniche di gioco e tutti scoprono quant’è bello fare squadra, nonostante gli scarsi mezzi. L’entusiasmo è al massimo.

E’ attivo il gruppo di hand bike.